Saponi Decorati.

Da ispirazione "naturale" queste saponette decorate sono una bella forma di ringraziare agli ospiti per la sua presenza al vostro evento religioso, battesimo, prima comunione, cresima o matrimonio.



Io le ho trovate biologiche in un negozio di casalinghi che le vende al taglio. Poi a casa ho fatto più "fette" con l'aiuto di un coltello, questo forma delle svabature sulla saponetta che aumentano il loro effetto rustico. 

Materiali:

Saponi artigianali aromatizzati alla lavanda, mandorla, vaniglia, etc. 
Carta colorata.
Nastri.
Forbice.
Pezzi di corda o fibre naturali.
Fiorelini di stoffa o all'uncinetto.
Ago e filo a tono.
Colla a caldo.
Bottoncini, fiocchi ed altre decorazioni.
Monete da 2 centesimi. 



Come realizzarli:

Si tratta praticamente di fare una confezione ad ogni saponetta, combinando i diversi materiali. Ho scelto colori neutri, marroni, grigi e panna per stare dentro il concetto di semplicità e purezza. 

Per la prima saponetta ho confezionato una sorta di centrino, incollando due nastri diversi con la colla a caldo, che poi ho usato per avvolgerla.  



Poi ho incollato una monetina di 2 centesimi ad un fiorellino bianco fatto all'uncinetto, a modo di coccarda (come da tradizione per il battesimo, se poi la valuta vi sembra troppo poca, potete sostituire per una monetina di 50 centesimi o 1 euro!), poi l'ho incollata al lato destro sopra il cinturino.



Un altra saponetta l'ho decorata con un cinturino diverso. Ho anche formato un piccolo fiocco a partire da un pezzo di nastro, con ago e filo; ho incollato un po di fibre naturali e al centro ho messo un bottoncino fatto di conchiglia.



Ho collocato il fiocco questa volta al lato sinistro della saponetta. 



Con i materiali che avete a disposizione comunque potete decorare ogni saponetta a modo diverso, anche con pezzettini di carta, strappandola invece di ritagliarla, come ho fatto per la terza composizione.

Potete completare ogni creazione con un etichetta, con scritta la data del vostro evento e una frase di ringraziamento.


I kit per la vostra festa religiosa qui:
religious party

Testo e Foto: Sonia Lopez per Tempo di Festa.

il primo bagnetto

Primi giorni a casa, prime esperienze per mamma e papà: una di queste è senz'altro il bagnetto, che dovrebbe rappresentare un momento rilassante e divertente per tutti.


Certo, in ospedale solitamente il primo bagnetto viene fatto da un'infermiera  - che lava almeno una decina di neonati per turno, quasi 7 giorni su 7 - e che vi avrà spiegato ogni passaggio.
Ma ora siete a casa. Da sole.


Prima di cominciare con le regole pratiche, ecco dei consigli teorici, alcuni consolidati con la mia personale esperienza, altri per sentito dire.
  • il momento migliore per il bagnetto è la sera prima di cena: relax da bagnetto + pancia piena = una bella dormita garantita. Se lo fate dopo cena, assicuratevi di aver aspettato i tempi della digestione.
  • tenete la temperatura dell'acqua intorno ai 37° C, cioè la temperatura corporea. Ricordiamoci che gran parte della loro vita, i neonati l'hanno passata immersi in un liquido a questa temperatura. Per essere sicure, immergete il gomito nell'acqua e in caso aggiungere acqua calda o fredda, o utilizzate quei simpatici termometri fatti a pesciolino o tartaruga che senz'altro qualcuno vi ha già regalato! La temperatura sbagliata può -giustamente- azionare la sirena del pianto rendendolo un incubo per mamma e bebè.
  • la temperatura della stanza da bagno, invece, non dovrebbe scendere sotto i 20°C.
  • per i primi giorni, lasciate perdere spugne e manopole, per quanto morbide possono irritare la pelle delicatissima del vostro cucciolo (e soprattutto vanno fatte asciugare benissimo per evitare il ristagno dell'umidità). Le vostre mani sono perfette e il bagnetto diventerà così una continua carezza!
    immagine: www.sosbambini.net
  • ultimo ma non meno importante: tenete tutto, ma proprio TUTTO quello che pensate possa servirvi. Oltre all'asciugamano per bebè, anche un eventuale detergente, la crema idratante se ne usate, il termometro per l'acqua, il bavaglino, i pannolini, il suo vestiario, il phon se necessario, il suo pettinino, il ciuccio se il bebè lo usa, un fazzoletto, un asciugamano extra, un elastico e mollette per i vostri capelli che sicuramente vi copriranno gli occhi, il telefono con la chiamata a vostro marito, mamma e al 113 già impostata... Scherzi a parte... Piccola precisazione su detergente e creme: i primi giorni un sapone non è necessario, ma se decidete di usarlo fate pure, sceglietene uno che non faccia schiuma e delicato, anche corpo e capelli insieme andrà benissimo. Per la crema, idem solo se necessaria e specifica, sotto consiglio del vostro pediatra.
E ora si comincia...
Bisogna fare una distinzione tra il bagnetto pre caduta del moncone del cordone ombelicale e dopo.
Quando il moncone deve ancora cadere, meglio non immergere completamente il bambino, ma meglio lavarlo 'a pezzi' perché l'acqua non facilita la cicatrizzazione e comunque si raccomanda un'asciugatura ottimale della zona. E' questione dei primi 10-15 giorni al massimo.

Il bebè va tenuto saldamente ma delicatamente appoggiato sull'avambraccio, tenendolo a livello della coscia e lavando con la mano libera piedini e gambe; poi va girato per detergere braccia, spalle e torace. Fategli tenere le gambe a cavallo del vostro braccio, in modo da poter trattenere con il vostro fianco la sua gambina. Piccolo accorgimento per testa e capelli: provate a far scorrere l'acqua sulla sua testina, è una coccola di relax!
Potete anche evitare le parti intime, ricordate che già lo lavate ad ogni cambio di pannolino!

Quando invece il moncone sarà caduto, potete anche procedere con il vero e proprio bagnetto immersi nell'acqua! Solitamente i fasciatoi sono già dotati di vaschette per il bagnetto, in ogni caso in commercio ne esistono di svariate, anche facilmente lavabili e soprattutto disinfettabili dopo l'utilizzo. L'importante è evitare SEMPRE il ristagno di acqua. Assicurarsi inoltre che la testina sia fuori dal livello dell'acqua, sia che la sorreggiate voi con la mano o appoggiata nei supporti specifici delle vaschette.

Quando il piccolo sarà cresciuto e può stare seduto da solo, è bello poter farlo giocare un pò con l'acqua e con le classiche paperelle! E allora... buon divertimento con i vostri bimbi!


Linda Zuin


Muffin Colorati.

Tante volte, dipendendo del tipo di festa che abbiamo in mente e del numero degli invitati, risulta molto più pratico e divertente offrire delle piccole tortine al posto della classica torta.


Quando ci sono tanti bambini piccoli che non riescono a finire la fetta di torta ripiena magari di crema, i muffin riducono anche gli sprechi se li facciamo semplici ma attraenti. Una soluzione è colorare l’impasto per personalizzare una ricetta base. I muffin poi possono facilmente diventare un cupcake se li ricopriamo di panna o buttercream.

Gli ingredienti e materiali per 15-16 muffin sono:

250 ml di latte.
280 gr di farina 00.
2 uova.
Mezza bustina di lievito in polvere.
90 gr di burro fuso.
1 bustina di vanillina o mezza fialetta di aroma vaniglia.
1 puntina di sale.
Buccia d’arancio o limone grattugiata.
140 gr. di zucchero.
Zuccherini o cioccolatini confittati.
Colori alimentari.
Glassa (si ottiene mescolando 100 gr di zucchero a velo, 1 albume e mezzo limone), facoltativo.




Formine da muffin.
Stampo da muffin.
1 Cucchiaio grande.
2 Terrine grandi.
Terrine piccole, tante come il numero di colori alimentari.
4 cucchiaini.
Frusta.

Procedura:

In una terrina mettere gli ingredienti secchi setacciati, cioè, la farina, lo zucchero, il sale, la vanillina e il lievito. Sull’altra terrina, sbattere le uova, aggiungere il burro e il latte e mescolare.
Fare un buco al centro degli ingredienti secchi e versare il composto della seconda terrina, mescolare con la frusta fino ad ottenere un composto omogeneo.



Collocare le formine dentro lo stampo ed accendere il forno a 200 gradi.



Dividere il composto in parti uguali con l’aiuto di un  cucchiaio, versandolo dentro le terrine piccole, che saranno tante come il numero di colori che desiderate dare ai muffin.



Colorare il composto con una punta di colore alimentare se è in pasta o con 5-6 gocce se è liquido, o a seconda dell’intensità di colore che desiderate, mescolare per amalgamare. Una volta ottenuto il colore desiderato, usando un cucchiaino diverso per ogni colore, procedere a riempire gli stampi a ¾ della capacità, alternando l’impasto colorato. Decorare con i zuccherini o cioccolatini.


  
Infornate per 20-25 minuti. Fatte la prova dello stecchino, infilzandolo dentro di un muffin, se viene fuori asciutto, le tortine sono pronte. Lasciare raffreddare, decorare con la glassa, fare asciugare e sistemarli sulla vostra portata.


I muffin sono venuti soffici, aromatici e coloratissimi!



Testo e Foto: Sonia Lopez per Tempo di Festa.

Lampadario di Margherite Fresche - Tutorial

La proposta di oggi è quella di creare dei lampadari di margherite fresche i quali saranno l'incanto della festa, collocati sul tavolo principale o sotto gli alberi se la festa è in giardino o sullo stesso tetto del salone.

La propuesta de hoy es crear un candil decorativo de margaritas frescas, el cual será el encanto de la fiesta, ubicados sobre la mesa principal, bajo los arboles si se tratase de una fiesta en el jardín o en el mismo techo del salón.

                                           


Materiali
Margherite fresche
Perline in filo
Tubo
flessibile da 90 cm lungho e 2 centimetri di diametro
Trapano
Nastro di teflon idraulica
Nastro, strice di stofa 

Forbici


Materiales
Margaritas frescas
Perlas a granel
Manguera 90 cm de largo, 2 cm de diámetro 
Taladro
Cinta de teflón para plomería 
Tiras de tela para forrar la manguera
Tijeras




Innanzitutto avere i fiori in acqua e all'ombra.

Cuidar de las flores colocándolas en la sombra y con agua.




In quanto alla base del lampadario, un altro modo per realizzarle è utilizando un tubo di irrigazione trasparente o un altraa idea sarebbe usare un cerchio di legno per il ricamo; quest'ultimo permette di incollare fiori artificiali con la colla calda.

En cuanto a la base del candil, otra forma de realizarlas es usar manguera transparente para irrigación y otra opción es usar un aro de madera para bordado, este ultimo te permite usar flores artificiales y pegarlas con silicon.




Sia la base che si abbia selezionato, le 3 opzioni devono essere foderate prima di posizionare i fiori. I tubi possono essere foderati con nastro, floratape bianco o verde o verniciati in bianco. Questo lampadario l'ho foderato con strice di stofa bianca, mi è stato più semplice che dipingerlo o usare nastro sottile. Se al tubo li facciamo una chiusura perfetta con il nastro di teflon, e non c'è nessuna perdita d'acqua, possiamo creare fori con il trapano nella parte superiore per inserire i fiori; in questa maniera i fiori rimangono freschi e a lungo e anche questo lampadario si potrebbe usare altre volte. (Foderare dopo avere creato i fori).

Sea la base que se haya seleccionado, las 3 opciones deben forrarse antes de colocar las flores. Las mangueras pueden forrarse con listón, floratape blanco o verde o pintarse de blanco. En este caso forre la manguera con tiras de tela de algodón, ya que me fue mas sencillo que usar listón delgado. Si logramos cerrar el tubo perfectamente con la cinta de teflón, probando que no haya fuga de agua, podremos realizar agujeros en la superficie para poder insertar las flores; de este modo las flores durarán mas tiempo y el candil podría ser utilizado en otras ocasiones. (Forrar después de haber hecho los agujeros). 




Iniziamo a ubicare i fiori, curando di coprire il tubo base, io ho messo 3 linee di fiori intervallati, la centrale che copre il tubo e le linee superiore e inferiore.

Iniciamos a ubicar las flores, cuidando de ir cubriendo el tubo base, yo he puesto 3 lineas de flores intercaladas, la central que va cubriendo el tubo y una superior e inferior.





Ho usato perline in filo, posizionandole a diverse altezze e nascondendo le legature tra i fiori. 
He usado perlas en hilos, ubicándolas a diferentes alturas y escondiendo las uniones entre las flores.




Ecco il nostro lampadario finito

Aquí nuestro candil terminado




Fare almeno due per disporli sulla Candy bar.
Realiza al menos 2 para ubicarlos sobre la mesa principal.


All'interno della casa possono disponersi nel salotto principale a diverse altezze, qui realizza almeno tre per creare tre livelli.
Al interior de la casa puedes ubicarlas en el salón a diferentes alturas, en este caso realiza 3, para disponerlos en 3 niveles. 


Adesso imagina un lampadario su ogni tavolino dei tuoi invitati...
Ahora imagina un candil sobre cada mesa de tus invitados...




Le margherite fresche del lampadario sono ideali per il coordinato per il tavolo Fresh Daisies, il quale da un tocco di eleganza e colore alla tua festa.

Las margaritas frescas del candil van a tono con el coordinado para mesa Fresh Daisies el cual da el toque de elegancia y color a tu fiesta.




Piacere di servire alla tua festa
Placer de servir en tu fiesta

Eli R.
Blogger

Winter Frozen Party

Frozen, uno dei film che in questo periodo ha avuto grande successo, tante bambine hanno sognato insieme a Elsa ed Anna e tante hanno anche festeggiato il loro compleanno con questo tema.

Per Sofia non è stato l'eccezione e per l'occasione abbiamo preparato un splendido "sweet table" 




Quando ho visto la location ho pensato subito che era il posto ideale per il tema winter frozen, il tavolo principale al centro della stanza fra  le colonne che facevano di cornice insieme ai palloncini.

La tavolazza di colore che ho selezionato per la realizzazione tanto del kit stampabile come per la decorazione in genere è composta dall'azzurro, grigio, bianco e argento.


Volevo ricreare con le palline argentate di natale l'idea dei coppi di neve come sfondo per il tavolo. Cosi ho fatto e ho aggiunto il banner con il nome della bambina. 




Il tavolo è stato decorato con diversi tipi di tessuti, per dare colore, brillo e un tocco d'eleganza al creare la parte visuale principale.. 




Il nostro tavolo dolce era composto da diversi dessert a tema, dalla Torta con Elsa ovviamente, biscotti, palline di cocco, panna cotta, macarons, candy kaboo, caramelli, ecc.





Tutto armoniosamente decorato a tema








Non potevano mancare di certo i biscotti a forma di coppo di neve, i cake pops e ovviamente i cupcakes!









Abbiamo allestito anche un tavolo per il buffet salato decorandolo con i nostri stampabili. 





Per animare la festa è arrivata Elsa per giocare e ballare con le bambine.. 







La mamma della festeggiata a preparato una pentolaccia per il divertimento di tutti i bambini!





Abbiamo preparato le barrette di cioccolato ovviamente personalizzate che Sofia a regalato a tutti i partecipanti alla sua festa. 


La festa è finita  per sorpresa di tutti con un cannone sparacoriandoli a forma di coppo di neve.. un vero spettacolo! 


Ecco la piccola Sofia ! 



Ti piacerebbe realizzare una festa come questa?? abbiamo disponibile nello shop il kit stampabile personalizzato per fai da te. abbiamo anche la festa pronta se non hai tempo di prepararlo tu (party box)


Credito:
Tempo di festa: party stylist e feste stampabile
Michela Cake Design: biscotti, cake pops, cupcakes
Dire Fare creare: animazione
Fotografia: Sandra Molina