Le malattie esantematiche: la sesta malattia

Abbiamo già parlato di alcune malattie esantematiche come la scarlattina detta anche prima malattia e il morbillo chiamato anche seconda malattia.
La sesta in questione è chiamata così perchè rappresenta il sesto tipo di esantema descritto nel mondo della medicina. Vediamo insieme le cause, il contagio e il decorso.




La causa della sesta malattia è l'Herpes Virus Umano tipo 6 (HHV-6) che appartiene alla famiglia dell'HSV, ovvero il virus dell'Herpes Simplex che compare sulle labbra e sui genitali. Il virus della sesta malattia però, non provoca l'Herper Simplex.

La malattia non ha una stagionalità particolare, quindi tutto il tempo dell'anno può essere contratta.
Ci si contagia attraverso muco nasale e saliva e cioè starnuti e tosse o anche semplicemente parlando perchè il virus penetra attraverso le mucose delle vie aeree superiori.

Solitamente vengono colpiti i bambini sotto i due anni di età. Dopo un periodo di incubazione che varia tra 5 e 15 giorni, compare prima una febbre alta con picchi fino a 41° C e altri sintomi lievi come raffreddore, mal di gola e malessere generale. Sembrerebbe una normale influenza se non fosse che, sparita la febbre, compare un esantema su tronco e collo, poi sul viso e sulle estremità fino a scomparire in un paio di giorni. L'esantema è rosaceo e a puntini in leggero rilievo ma non provoca prurito. Una volta che si nota il rossore cutaneo, il bambino non è più infettivo.

Non esistono vaccini contro la sesta mlattia e il suo decorso è rapido anche se la febbre alta può provocare qualche complicazione come convulsioni risolvibili con la somministrazione di un antipiretico.
Il solito consiglio che posso darvi è cercare di far bere il bambino, meglio se poco ma spesso per mantenere l'idratazione.

Non vengono somministrati antibiotici perchè la causa è un virus e non un batterio.
Per togliervi ogni dubbio, chiedete consiglio al vostro pediatra.

Scritto da: Linda Zuin

Nessun commento:

Posta un commento